Saturnia e le cascate del mulino: benessere per corpo e mente

SATURNIA – Piccole cascate e piscine naturali di acqua calda immerse nella pittoresca cornice della Maremma Toscana: sono le cascate del mulino di Saturnia, un luogo magico e incantevole visitabile sette giorni su sette ventiquattro ore su ventiquattro in qualsiasi periodo dell’anno e assolutamente gratuite. In autunno particolarmente suggestive grazie ai mille colori e sfumature del fogliame degli alberi circostanti.

Ci troviamo a Saturnia, una frazione di Manciano nella provincia di Grosseto, per arrivarci bisogna percorrere la strada provinciale 10 che collega Montemerano al borgo termale visibile dalla strada sulla sinistra. Giungiamo quindi ad un grande parcheggio, con nostra sorpresa anch’esso gratuito, accanto al quale vi è un bar aperto tutto l’anno.

Il posto è sempre colmo di turisti specialmente nei fine settimana e d’estate e sembra esserlo anche oggi nonostante ci troviamo in pieno autunno.

Seguiamo il rumore dell’acqua che scorre e ci ritroviamo davanti a quello che un tempo doveva essere un mulino, accanto al quale scorre la cascata generata dal torrente termale del Gorello a una temperatura di circa 37 gradi centigradi.

La zona, ricca di sorgenti termali, era già nota a Etruschi e Romani e per la sua particolarità è legata a diverse leggende, alcune delle quali spiegherebbero il perché del nome. Pare infatti che le fonti termali siano nate grazie a un fulmine scagliato da Zeus contro il padre Saturno a causa di un litigio, il fulmine però mancò Saturno e finì sulla Terra dando origine al posto e prendendo quindi il nome di Saturnia.

Proseguiamo il nostro cammino cercando un posticino dove poterci sistemare e notiamo come anche i cani trovino piacevole inzupparsi nelle calde acque sulfuree, divertiti accanto ai propri padroni. Di gente in effetti ce n’è tanta, bambini, giovani, anziani, ma grazie alla portata della sorgente di circa 800 litri al secondo vi è un perfetto ricambio d’acqua. Noi ci immergiamo nel punto più lontano dalla cascata dove il fondale è ricco di ciottoli e pietruzze, bisognerebbe infatti indossare delle scarpette di gomma per camminare più comodamente, seduti poggiando la schiena a un masso, ci lasciamo coccolare dalle calde acque che scorrono e che regalano una piacevole sensazione a gambe e schiena.

E’ quasi il tramonto e con il sole che pian piano scompare dietro i colli, l’aria inizia a rinfrescarsi e i turisti a rientrare, è il momento perfetto per avvicinarsi alle cascatelle e posizionarsi sotto di esse che con la loro forza regalano un delizioso massaggio ancor più rilassante grazie al rumore dell’acqua che zampilla.

Diverse sono infatti le proprietà benefiche di queste acque, non solo all’ apparato circolatorio e articolare ma anche antiossidanti ed esfolianti sulla pelle . Dopo tre ore immersi nelle calde acque ne usciamo praticamente rigenerati, non solo fisicamente ma anche mentalmente.

A questo punto decidiamo di dirigerci a Manciano e assaporare le delizie del posto, ma anche nelle immediate vicinanze c’è l’imbarazzo della scelta tra ristoranti, alberghi e agriturismi.

Il borgo anche se piccolo regala comunque piacevoli sorprese, si snoda tra vicoli e strette stradine, torri medievali, chiese e casette in pietra tutte adornate con fiori, piante e rampicanti.

1 thought on “Saturnia e le cascate del mulino: benessere per corpo e mente”

  1. I think this is one of the most significant info for me. And i’m glad reading your article. But should remark on some general things, The website style is wonderful, the articles is really nice : D. Good job, cheers

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *